On line il dossier della Camera dedicato al sisma 2009

25 novembre 2022

Il Servizio Studi della Camera dei Deputati ha pubblicato un dossier tematico dedicato alle diverse disposizioni normative, che hanno riguardato, tra l'altro, la ricostruzione degli immobili pubblici e privati, la sospensione di adempimenti fiscali e previdenziali, nonché la gestione delle assunzioni di personale amministrativo in Abruzzo a seguito del sisma 2009.

Nel documento si fa anche riferimento alla “Relazione sullo stato di avanzamento del processo di ricostruzione post- sismica nella Regione Abruzzo”, da cui emerge come dei 6,859 miliardi stanziati al 31 dicembre 2020 per la ricostruzione, solo 3 milioni sono stati utilizzati per la ricostruzione pubblica.

Il dossier ricorda poi che, per semplificare ed accelerare gli interventi per la ricostruzione e il rilancio dei territori interessati dal sisma 2009, sono stati estesi a questi territori l’utilizzo delle risorse del Fondo Complementare al PNRR e le disposizioni in materia edilizia adottate per i territori colpiti dalgi eventi sismici del 2016, in caso di presenza di lievi difformità edilizie negli immobili danneggiati; la sanatoria è stata estesa anche per specifici edifici danneggiati nei comuni fuori cratere.

Sempre con riferimento al sisma 2009, il documento descrive nel dettaglio l’ammontare di contributi concessi per anno in favore dei comuni colpiti e gli ulteriori interventi previsti dal Fondo complementare al Pnrr.

Sul fronte delle agevolazioni fiscali è stata prevista, per gli anni 2019, 2021 e 2022, l’esclusione degli  immobili e dei fabbricati di proprietà  distrutti o dichiarati non agibili, dal calcolo dell’indicatore della situazione patrimoniale (Isee) .

Inoltre, per i territori colpiti dal sisma 2009, in cui è stato dichiarato lo stato di emergenza, è stata prevista l’applicazione del superbonus (art. 119 D.L. 34/2020) nella misura del 110% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2025.

L’ultima parte è dedicata alla disciplina degli aiuti di stato.

Il Servizio Studi della Camera dei Deputati ha pubblicato un dossier tematico dedicato alle diverse disposizioni normative, che hanno riguardato, tra l'altro, la ricostruzione degli immobili pubblici e privati, la sospensione di adempimenti fiscali e previdenziali, nonché la gestione delle assunzioni di personale amministrativo in Abruzzo a seguito del sisma 2009.

Nel documento si fa anche riferimento alla “Relazione sullo stato di avanzamento del processo di ricostruzione post- sismica nella Regione Abruzzo”, da cui emerge come dei 6,859 miliardi stanziati al 31 dicembre 2020 per la ricostruzione, solo 3 milioni sono stati utilizzati per la ricostruzione pubblica.

Il dossier ricorda poi che, per semplificare ed accelerare gli interventi per la ricostruzione e il rilancio dei territori interessati dal sisma 2009, sono stati estesi a questi territori l’utilizzo delle risorse del Fondo Complementare al PNRR e le disposizioni in materia edilizia adottate per i territori colpiti dalgi eventi sismici del 2016, in caso di presenza di lievi difformità edilizie negli immobili danneggiati; la sanatoria è stata estesa anche per specifici edifici danneggiati nei comuni fuori cratere.

Sempre con riferimento al sisma 2009, il documento descrive nel dettaglio l’ammontare di contributi concessi per anno in favore dei comuni colpiti e gli ulteriori interventi previsti dal Fondo complementare al Pnrr.

Sul fronte delle agevolazioni fiscali è stata prevista, per gli anni 2019, 2021 e 2022, l’esclusione degli  immobili e dei fabbricati di proprietà  distrutti o dichiarati non agibili, dal calcolo dell’indicatore della situazione patrimoniale (Isee) .

Inoltre, per i territori colpiti dal sisma 2009, in cui è stato dichiarato lo stato di emergenza, è stata prevista l’applicazione del superbonus (art. 119 D.L. 34/2020) nella misura del 110% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2025.

L’ultima parte è dedicata alla disciplina degli aiuti di stato.

Torna all'inizio del contenuto