Prima riunione della Cabina di regia di coordinamento integrata post sisma 2009-2016 - PNRR Complementare

14 settembre 2021

Nel pomeriggio si è tenuta la prima riunione della cabina di regia di coordinamento integrata post sisma 2009 - 2016 presieduta dal Commissario Straordinario Ricostruzione Sisma 2016 Giovanni Legnini, per delineare gli indirizzi dei programmi unitari di intervento per l’utilizzo del Fondo complementare al PNRR di un 1 miliardo e 780 milioni di euro dedicato alle aree colpite dai sismi.

La Cabina di coordinamento integrata, ai sensi dell’art. 14-bis, primo comma, del decreto-legge 31 maggio 2021, n.77, convertito con modificazioni dalla legge 28 luglio 2021, n. 108, è un organo collegiale presieduto dal Commissario straordinario ed è composto dai Presidenti delle quattro Regioni (Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria), in qualità di Vice Commissari, oltre ad un rappresentante dei Comuni per ciascuna delle Regioni interessate, designato dall'ANCI regionale di riferimento, dal Capo Dipartimento Casa Italia, e, per i territori del sisma 2009, dal Coordinatore della struttura tecnica di missione di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 maggio 2021, dal sindaco del comune dell’Aquila e dal coordinatore dei sindaci del cratere del sisma 2009. 

Ai sensi della normativa sopra citata, alla Cabina di coordinamento integrata spetta il compito, entro il 30 settembre 2021, di individuare i programmi unitari di intervento nei territori interessati dagli eventi sismici del 2009 e del 2016. Nel corso della riunione odierna, la Cabina ha avuto ad oggetto, all’ordine del giorno, l’esame di un primo documento contenente le linee programmatiche per la definizione degli interventi prioritari individuati nell’ambito del Fondo complementare al PNRR in relazione alle aree dei sismi del Centro Italia, nonché la bozza di un regolamento di funzionamento della Cabina medesima.

I rappresentanti dei Presidenti delle Regioni hanno evidenziato alcune richieste di approfondimento sulle tematiche di intervento con particolare riferimento agli interventi sulla viabilità e sugli impianti sportivi per le aree di montagna.
Per gli interventi sulla viabilità, si è concordato di effettuare approfondimenti con il Ministero infrastrutture e delle mobilità sostenibili.


Si è, infine, convenuto di fissare la prossima riunione entro la fine del mese di settembre.

Torna all'inizio del contenuto